scritto da on News

Nessun commento

Pubblicità su WhatsApp? È in arrivo!

Sei perennemente connesso? Non riesci a fare a meno di controllare la tua bacheca Facebook e fai difficoltà a gestire gli innumerevoli gruppi WhatsApp a cui sei iscritto? Allora leggi attentamente questo articolo perché certamente ti interesserà!

Facebook, WhatsApp e quella faccenda del numero di cellulare!

Probabilmente già saprai che recentemente Facebook ha annunciato di essere in grado di poter accedere ai numeri di cellulare collegati ai vari profili WhatsApp degli utenti. In realtà, c’è un modo per evitare che il popolare social network entri in possesso del tuo numero personale. È, infatti, necessario rifiutare la condivisione di dati subito dopo aver letto attentamente le nuove condizioni di utilizzo. Se, per sbadataggine o fretta, non l’hai fatto, niente paura! È possibile disattivare l’opzione anche seguendo questo percorso: Impostazioni/Account/deseleziona la voce “Condividi Info Account”. Opzione, tuttavia, alla quale sarà possibile accedere solo per 30 giorni!

WhatsApp e il business!

Ma questa novità non interessa esclusivamente i milioni di utilizzatori finali di Facebook e WhatsApp. Apre, infatti, nuove e interessanti prospettive anche per le aziende e per chi si occupa ogni giorno di marketing. Infatti, l’obiettivo di Facebook ora sembra essere quello di controllare e testare i modi in cui gli utenti di tutto il mondo comunicano con le imprese. E a tal proposito, la possibilità di conoscere i numeri di telefono potrà essere estremamente utile proprio per mettere in contatto le aziende con dei, potenziali o già acquisiti, clienti. Ecco quindi che in futurò si potrà arrivare a creare servizi e comunicazioni strettamente legate al mondo della pubblicità. In che modo? Semplice! Le aziende potranno inviare direttamente veri e propri messaggi promozionali attraverso WhatsApp!



scritto da on News

Nessun commento

L’importanza di avere un sito mobile friendly per il tuo business

La crescita esponenziale della diffusione di smartphone e tablet ha reso indispensabile avere un sito internet che sia ”mobile friendly”, ovvero che sia visualizzabile e utilizzabile correttamente anche da un dispositivo mobile; in questo modo i vostri potenziali clienti saranno in grado di trovare facilmente informazioni su di voi e sul vostro business attraverso qualunque dispositivo stiano utilizzando.

Ecco 4 motivi per cui è fondamentale rendere responsive il proprio web design.

Un sito responsive garantisce un’usabilità migliore

Con un web design responsive viene garantita all’utente un’usabilità migliore: il vostro sito, infatti, non viene semplicemente ottimizzato per il dispositivo che si sta utilizzando, ma viene ricompilato in modo ottimale in base al device attraverso il quale avviene la fruizione dei contenuti.

I siti web che non sono “mobile friendly” sono penalizzati nei criteri di indicizzazione di Google

A partire dal 21 aprile 2015 Google ha stabilito che tutti i siti non ottimizzati per la navigazione da un dispositivo mobile saranno sfavoriti dal punto di vista dell’indicizzazione, mentre verranno invece premiati in ambito SERP (“Search Engine Results Page”: pagina dei risultati del motore di ricerca) quelli “mobile friendly”. Google ha motivato la sua decisione in un annuncio sul blog ufficiale dell’azienda, spiegando che in questo modo gli utenti potranno trovare più facilmente risultati di ricerca rilevanti e di alta qualità per i propri dispositivi.

L’acquisto di prodotti online è in continua crescita

Fare acquisti online è più facile e veloce che recarsi fino al negozio più vicino, e se lo si può fare comodamente seduti sul divano è ancora meglio: per non perdere l’opportunità di raggiungere dei potenziali clienti è essenziale che i tuoi prodotti e servizi siano facilmente visualizzabili dal uno smartphone.

L’utilizzo dei social media aumenta i visitatori da dispositivo mobile

Più del 55% dell’utilizzo dei social media avviene per mezzo di smartphone e tablet, quindi condividere link da Facebook, YouTube, Twitter o Google Plus verso il tuo sito internet significa avere più traffico e visite da un dispositivo mobile. Rendendo il tuo sito responsive la tua social media strategy ne trarrà sicuramente beneficio.

Se vuoi avere maggiori informazioni sui vantaggi di un sito web responsive, non esitare a contattarci! I nostri esperti ascolteranno le tue esigenze e sapranno rispondere a tutte le tue domande.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA OGGI



scritto da on News

Nessun commento

L’importanza di una buona social media strategy

I social media sono alcuni degli strumenti più potenti nel tuo arsenale di marketing. Se vengono utilizzati correttamente possono creare una forte connessione con i potenziali clienti e generare numerosi vantaggi per il tuo business.

Tuttavia, senza una buona social media strategy, il rischio è quello di spendere tempo, energie e denaro in azioni poco proficue. Costruire una solida strategia è il primo passo per identificare cosa si vuole ottenere, chi si vuole raggiungere e come farlo.

Ecco alcuni consigli per impostare una social media strategy di successo.

Individua i tuoi obiettivi

Il primo passo per creare una social media strategy vincente consiste nell’individuare e definire gli obiettivi del proprio business. Porsi delle domande è fondamentale: cosa vuoi ottenere con la tua presenza sui social network? Vuoi aumentare le vendite, generare traffico verso il tuo sito web o farti conoscere? Sebbene questi obiettivi non si escludano a vicenda, è opportuno concentrarsi su uno o due di questi, in modo da non vanificare i tuoi sforzi.

Definisci il tuo target di riferimento

Ora che hai individuato qual è la direzione del tuo business, il passo successivo è quello di definire il proprio target di riferimento. Per fare ciò è necessario stabilire quali siano le caratteristiche dei tuoi clienti ideali, identificandoli come persone che abbiano una determinata età, determinati interessi e così via.

Osserva i tuoi competitor

Analizzare il lavoro sui social media dei tuoi competitor ti può dire molto riguardo cosa funziona e  cosa no. Dopotutto, anche loro hanno il tuo stesso target di riferimento. Se ignori il loro operato perdi l’opportunità di imparare dai loro successi e dai loro errori.

Sviluppa i tuoi contenuti

Ora che hai individuato i tuoi clienti ideali e analizzato i competitor è ora di costruire un piano editoriale da seguire per i tuoi contenuti. Sebbene ogni social network abbia la propria specificità, bisogna cercare di generare contenuti coerenti con il messaggio aziendale e non aver timore di ricercare sempre l’originalità in modo da non annoiare il proprio pubblico.

Se sei interessato a sviluppare al meglio la tua presenza online e per avere maggiori informazioni a riguardo, non esitare a contattarci. I nostri esperti saranno lieti di ascoltare le tue esigenze e di aiutarti a trovare la migliore soluzione.

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA OGGI



scritto da on News

Nessun commento

Ecco qualche consiglio pratico per avere successo su Facebook.

Hai una pagina aziendale su Facebook e ti stai chiedendo come poter aumentare la visibilità e la percentuale di click sui tuoi link?
Ebbene, in questo articolo troverai consigli e dritte per creare post su Facebook che ti faranno guadagnare popolarità e visite di qualità.

Però, prima di addentrarci nel nocciolo della questione, facciamo un passo indietro e chiediamoci: “cosa desidero ottenere con i miei post su Facebook? Qual è l’obiettivo?”. Se la risposta è aumentare le visite di qualità verso il mio sito o blog aziendale, incomincia a porre l’accento sui tuoi contenuti e al tuo target di riferimento. Nello specifico, domandati: “quali sono i contenuti utili per i miei Fan”?
L’utilità è, infatti, la chiave per misurare il successo su Facebook, lo stesso social network, difatti, si prefigge come obiettivo quello di mostrare i contenuti giusti alle persone giuste nel momento giusto.
La prima regola, pertanto, è postare contenuti utili ai tuoi lettori e non solo ciò che ti conviene.

Come aumentare le conversioni con gli headline dei link su Facebook?

Pubblicare link che rimandino al tuo sito o blog, di sicuro è importante, ma ciò da solo non basta: occorre anche saper scrivere dei titoli e delle descrizioni efficaci per i tuoi post.

Quali sono dunque le “tecniche” per aumentare le visite? La risposta è: lavorare sul copy.
Qui di seguito, ti mostreremo qualche esempio per invogliare la gente a cliccare sui tuoi post.

  1. Domanda e risposta: un classico del copywriting è creare un titolo con una domanda. La domanda stimola, incuriosisce ma senza il supporto di una risposta che dia un contributo, un valore perde “appetibilità”. Per tale ragione, oltre a inserire nel titolo una domanda, progetta di scrivere una descrizione che completi e risponda appunto al tassello mancante.
  2. Vantaggi e benefit: risolvi i problemi dei tuoi lettori indicando tutti i benefici e i miglioramenti che potrebbero avere con i tuoi servizi/prodotti.
  3. Dillo in cifre: i numeri nei titoli piacciono sempre se seguiti anche da descrizioni che completano il messaggio che vuoi inviare. Un esempio? “5 tool indispensabili per gestire i Social Network” per poi iniziare a indicare nella descrizione quali sono questi strumenti.

Pronto a mettere in pratica tutto ciò e a ottenere i risultati desiderati?



scritto da on News

Nessun commento

Stop SPAM

I programmi come Outlook, Thunderbird, Mail e altri tool per la gestione della posta elettronica sono degli ottimi strumenti per lo scambio quotidiano di email, ma non sono adatti per l’invio massivo di email e newsletter.
Ecco le 5 principali motivazioni per cui è sconsigliabile inviare delle newsletter dal proprio client di posta:

1. Rischiate di bloccare e rallentare tutto

Inviare un numero troppo elevato di email causa il blocco del software e del pc oltre che il rallentamento della connessione internet per diverso tempo.

2. Le vostre mail finiscono nello SPAM

I provider di posta come ad esempio Gmail, Yahoo, Libero ecc. vedono con sospetto l’invio di grossi quantitativi di email effettuati senza un servizio newsletter professionale. Di conseguenza, il vostro indirizzo IP potrebbe finire in blacklist poiché etichettato come SPAMMER.

3. Mancanza di link per la disiscrizione

I programmi di gestione della posta elettronica non consentono l’inserimento di un bottone che permette ai destinatari la disiscrizione dalla mailing list.

4. Le vostre mail non sono Mobile Friendly

Quando create email composte da testo e immagini con i vostri tradizionali programmi di posta elettronica, il contenuto di queste difficilmente si adatterà agli schermi dei dispositivi mobili (Smartphone, Tablet) dei vostri destinatari. Per avere una newsletter responsive, ovvero mobile friendly, occorre scegliere i servizi di newsletter professionali che vi consentiranno anche di personalizzare al meglio il design delle email.

5. Mancanza di feedback

I client di posta non forniscono statistiche legate all’invio delle vostre campagne di email marketing. Non è quindi possibile analizzare l’efficacia delle vostre comunicazioni e vedere quante persone hanno letto o cliccato sulla vostra newsletter. I servizi di newsletter professionali invece vi consentono di esplorare nel dettaglio le statistiche e i dati significativi delle vostre email.

Per evitare di incorrere in queste spiacevoli situazioni occorre dunque rivolgersi ai servizi di newsletter professionali, specializzati per l’invio di campagne email massive e che vi consentono di risparmiare tempo ed energia con la possibilità di programmare l’invio di email alla data e ora che più preferite.
Per avere maggiori informazioni a riguardo, non esitate a contattarci per una consulenza gratuita!

RICHIEDI UNA CONSULENZA GRATUITA OGGI



scritto da on News

Nessun commento

facebook Mark Zuckerberg

Zuckerberg ha annunciato che presto arriverà una nuova funzionalità che permetterà agli utenti di esprimere le loro emozioni, ma non si tratta del tasto “non mi piace”.

Durante una conferenza trasmessa in diretta Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha spiegato che il tasto “mi piace” non basta più. Mettere, infatti, il pollice in su ad una notizia triste o negativa impedisce agli utenti di esprimere la loro emotività. Non si tratta però – come molti sostengono – del tasto non mi piace, ma è più una nuova funzionalità che permetterà agli utenti di esprimere compassione.

Perché su Facebook non ci sarà mai il tasto “non mi piace”?

Le motivazioni che spingono Zuckerberg e staff a non inserire il tasto “non mi piace” sono molteplici. Innanzitutto, provate a pensare che conseguenze potrebbe avere un pollice in giù sotto il post di una azienda famosa. Essendo Facebook il luogo principale in cui piccole e grandi imprese si affacciano per sponsorizzare i propri prodotti e servizi, un tasto “non mi piace” finirebbe per:
1. avere un impatto troppo forte al punto tale da compromettere la reputazione aziendale;
2. perdere chi decide di investire in pubblicità su Facebook.
Inoltre il tasto “non piace” non avrebbe soltanto un impatto negativo sulla sfera economica, ma anche su quella sociale: basti considerare fattori come il cyber-bullismo che diventerebbero poi su scala mondiale difficili da gestire.



scritto da on News

Nessun commento

Email efficace

Un oggetto email efficace è ciò che fa la differenza fra un’email letta e una cestinata

Viviamo in mondo in cui si corre parecchio: si fanno le corse per terminare un progetto, arrivare da una parte all’altra della città e persino per finire un caffè mentre si leggono al volo i titoli del giornale sottomano. Anche leggere la propria posta elettronica segue questi ritmi incalzanti e voi lascereste mai che la vostra campagna email finisca direttamente nel cestino senza essere nemmeno aperta?

Lo sapevate che una buona campagna di email marketing è quella con un oggetto che fa la differenza?

Ecco a voi come deve essere un oggetto email efficace:

1) Semplice e immediato

Un buon oggetto email deve essere chiaro e non troppo lungo. I destinatari non dedicano più di una manciata di secondi alla lettura delle mail e la maggior parte dei client di posta troncano i titoli delle email troppo lunghi.

2) Coerente e accattivante

In un colpo d’occhio si deve cercare di catturare l’attenzione con un titolo che sia coerente con il contenuto della mail. Attenzione però ai titoli sensazionalistici o addirittura ingannevoli che potrebbero diventare alla lunga oggetto di segnalazioni di spam.
Per accattivante noi intendiamo un oggetto che invogli e stimoli l’interesse della gente, ma sempre rispettando il contenuto dell’email.

3) Libero da parole “SPAM”

Prestate attenzione alla scelta delle parole e al modo in cui le scrivete. Parole come gratis, free, regalo potrebbero essere etichettate dai programmi di posta come SPAM, così come i titoli scritti tutti in maiuscolo o con un eccesso di punteggiatura.

Per tali ragioni, prima di premere il tasto invio controllate che il titolo sia corretto e da ultimo chiedetevi… Tu l’apriresti?



scritto da on News

Nessun commento

Ecco una fantastica raccolta di immagini di Gretchen Roehrs

Sin da piccoli ci hanno sempre detto di non giocare con il cibo. A quanto pare però l’illustratrice Gretchen Roehrs ha continuato a farlo e questo è diventato oltre al suo hobby preferito, anche il suo cavallo di battaglia!
Le sue creazioni, difatti, sono realizzate grazie a frutta e verdura.
Qui di seguito potete ammirare una raccolta di outfit decisamente originali, dove delle modelle di carta indossano vestiti e abiti molto particolari:

illustrazione-outfit-food



scritto da on News

Nessun commento

Ecco un modo divertente per trovare ispirazione a colazione!

Chi lavora nell’ambito della comunicazione, lo sa, ci vuole pazienza, ispirazione e idee originali per poter portare a termine un buon lavoro. Noi oggi vogliamo mostrarvi le opere d’arte tutte da mangiare della Visual Artist  Daryna Kossar: è starordinario quello che riesce a fare con il cibo!

food-creative-social-network



scritto da on News

Nessun commento

La strategia giusta per il marketing online è legata alla multicanalità, cioè l’utilizzo di tutte le piattaforme e i metodi a disposizione in rete.

Questo perché oggi il pubblico è sempre più frammentato su un gran numero di piattaforme e di canali e per raggiungerlo bisogna farsi trovare ovunque gli utenti stiano navigando. Questo significa principalmente essere presenti su un gran numero di canali e sfruttare tutti gli strumenti a propria disposizione.

Bisogna infatti considerare che:

  • Le azioni marketing non possono più essere scollegate tra loro
  • I canali online e offline devono essere utilizzati in simultanea e con azioni sinergiche
  • L’e-mail marketing è ancora potente e funzionale

Il Web Marketing Multicanale è diventato sempre più una necessità, perché è il consumatore stesso ad esser diventato “multicanale”. Utilizza infatti più piattaforme per reperire informazioni e comunicare e ciò fa si che per coinvolgerlo bisogna adattarsi a questo cambiamento e imparare a comunicare in modo trasversale.

L’obiettivo è quindi raggiungere tutti gli utenti possibile, utilizzando tutti i canali online in modo coordinato ed univoco.

In questo modo si va a creare un’esperienza univoca declinata su più media, reiterando il medesimo messaggio, che raggiunga il potenziale cliente in momenti diversi della sua giornata.

Aspetto fondamentale diventa quindi  la pianificazione delle azioni di comunicazione e marketing che devono essere interconnesse, univoche e focalizzate sull’obiettivo finale.

Per creare la vostra strategia multicanale, rivolgetevi a noi! Definiremo la strategia di comunicazione e marketing più adatta alle vostre esigenze!